Baratti spuntano munizioni dell’ ultima guerra

Home/Senza categoria/Baratti spuntano munizioni dell’ ultima guerra

Baratti spuntano munizioni dell’ ultima guerra

7 novembre 2015.. Baratti ha sempre nuove storie da raccontare per chi le si accosta con il riguardo e l’attenzione che merita. Storie di epoche remote e storie piú recenti. Memorie antiche e ricordi ancora freschi, racconti mai banali. Il recente nubifragio ha messo a nudo reperti antichi, come a San Cerbone ed alla disastrata ripa del Ficaccio. Ma anche oggetti piú recenti hanno rivisto la luce. Nei pressi del vecchio impianto minerario di arricchimento elettromagnetico della scoria etrusca, a seguito del cedimento di un terrapieno, la pioggia ha fatto affiorare numerose cassette metalliche di munizioni dell’ultima guerra mondiale, probabilmente alleate, in pessime condizioni di conservazione. Una parte di esse é franata sugli scogli, frantumandosi. Altre, ancora ordinatamente impilate l’una sull’altra e semi seppellite nella terra rossa, si intravedono appena. Sono state prontamente avvertite le autoritá competenti ed i Carabinieri di Piombino hanno effettuato un attento e scrupoloso sopralluogo alla scogliera, escludendo la presenza di residuati bellici pericolosi di qualunque tipo.. qual é quindi la storia di queste cassette di munizioni? Probabilmente furono abbandonate vuote al tempo del “passaggio del fronte”, nel giugno 1944 o giú di lí, quando il Golfo di Baratti ed il suo entroterra divennero un importante centro logistico per gli alleati che risalivano la penisola. Successivamente qualcuno pensó bene di riempirle di terra ed utilizzarle per rinforzare il terrapieno, sotterrandole. Compito che hanno svolto onestamente per decenni, fino alle ultime piogge.

Testi e foto di Gianpiero Vaccaro

By | 2016-09-23T11:58:29+00:00 novembre 7th, 2015|Senza categoria|0 Comments

Leave A Comment